A Salle la Costituzione Italiana sostituirà una lapide fascista

Giovedì 05 Dicembre 2019 21:18 Il Comune - Uffici e Servizi
Stampa

''In un luogo istituzionale, nel luogo della democrazia, non ci puo' stare una lapide rimessa sei anni fa che ringrazia Benito Mussolini. Al suo posto, all'ingresso del Comune, metteremo una copia originale della Costituzione del 1947: e ricordo a tutti che i valori della Costituzione per oltre 20 anni furono oppressi proprio dal fascismo''.Lo afferma Davide Morante,  sindaco di Salle, in provincia di Pescara,  nel commentare la rimozione avvenuta oggi della lapide degli anni 30 sulla quale l'allora municipio fece scrivere parole di ringraziamento al Duce per il suo operato.
''Ci fosse sempre stata, questa lapide - prosegue Morante - come la scritta Dux nella roccia a Villa S.Maria, si poteva aprire un ben altro dibattito. Ma siccome fu scovata in un magazzino e murata volutamente dentro il comune sei anni fa dalla precedente amministrazione, penso ora sarà ricollocata nel nostro museo, per raccontare la nostra storia. Non  può rimanere in Comune, nella casa della democrazia: era uno degli impegni che avevo assunto da candidato''.